Azienda Agricola Colle Rotondo


L'avventura iniziò nel 1700, quando l'agricoltore Giambattista prese possesso della tenuta di COLLE ROTONDO, divenendo così olivicoltore.

Da allora, nella stessa famiglia, di generazione in generazione, si è tramandata questa passione.

COLLE ROTONDO deve il suo nome alla forma tondeggiante sulla cui sommità si trova un antico casale, ampliamento di una torre di vedetta eretta a difesa delle invasioni saracene.

Singolare forma, quasi al centro di una vallata dove la tradizione vuole che sorgesse l'antica Priviero, forse la più importante città-stato dei Volsci, bellicose popolazioni italiche.

"Capta Privernum, Volsci domatur" si ripeteva nel senato romano. Nell'anno 329 a.C., distrutta Priviero dalle legioni romane a cui la città volsca si era tenacemente opposta, fu ricostruita in diverso sito la nuova Privernum.

COLLE ROTONDO, nel Medio Evo chiamato Collis Rutundus, nell'anno 1.296 ospitò i firmatari del trattato di pace tra le città di Priverno e Setia (odierna Sezze), voluto dal Papa Bonifacio VIII che, pur non mettendo fine alle eterne contese tra le due città, fece da base per successivi e più risolutivi trattati di pace.

 

Priverno è un territorio vocatissimo all'olivicoltura, a ridosso dei Monti Lepini che fanno da anfiteatro alla fertile Pianura Pontina.


Azienda agricola Colle Rotondo Priverno